Notizie dal mondo della scuola:

la unione europea

i debiti:
1. Radiografia  dei  debiti  scolastici/1.  Piu'  di  un  terzo  degli
studenti coinvolti

L'anno scorso il 36,1% degli studenti delle superiori (circa 760 mila)
e' stato promosso con uno o piu' debiti scolastici.  Da  quest'anno  i
debiti  dovranno,  pero',  essere  saldati  prima  dell'inizio   delle
lezioni, altrimenti sara' bocciatura certa.
La piu' alta percentuale di studenti con debito si e' registrata negli
istituti  professionali  (41,1%),  seguiti  dall'istruzione  artistica
(39,6%) e dai tecnici (39,5%). Sara'  qui,  pertanto,  che  quest'anno
dovranno esserci i piu' numerosi corsi di recupero. I meno  indebitati
sono risultati l'anno scorso gli studenti dei licei classici (28,7%).
L'anno critico per maggiori debiti e' risultato  il  secondo  (37,6%),
mentre nel primo anno la  percentuale  e'  risultata  inferiore  anche
perche' e' stato piu' alto il numero dei bocciati.
Rispetto al 2005-2006, la pressione del ministro Fioroni per  maggiore
severita' nella valutazione degli  studenti,  ha  avuto  l'effetto  di
incrementare sia la percentuale dei bocciati sia quella degli studenti
ammessi alla classe successiva con debito scolastico.
Dai dati pubblicati dalla direzione generale  studi  e  programmazione
del MPI risulta che gli istituti statali sono stati mediamente un  po'
piu' severi degli istituti paritari nel caricare  i  ragazzi  promossi
con debiti scolastici.
La maggiore severita' valutativa da parte degli istituti statali si e'
registrata comunque, piu'  che  nei  debiti,  nella  bocciatura,  come
avvenuto, ad esempio, nel primo anno di corso degli istituti superiori
dove si e' registrata una differenza di quasi 10 punti in percentuale.